UA-112080758-1
11 Maggio 2021
news
percorso: Home > news > PRIMA SQUADRA

Endiasfalti Agliana, contro Legnaia inizia la seconda fase. Mannelli: «Serve la miglior prestazione possibile»

23-04-2021 13:19 - PRIMA SQUADRA
Inizia la seconda fase promozione del campionato di C Gold per la Endiasfalti Agliana. I ragazzi di coach Mannelli inizieranno la loro avventura da Firenze, più precisamente dal campo dell’Olimpia Legnaia, sabato 24 aprile alle ore 18. Sarà importante approcciarsi subito bene alla nuova fase in modo da portare avanti il buon lavoro eseguito fin qui e tenere vivo l'obiettivo playoff.

Il primo ostacolo da superare per Cavicchi e compagni è l’Olimpia Legnaia di coach Zanardo, una squadra che storicamente ha sempre dato filo da torcere per l'aggressività e l'energia che mette sul parquet. I fiorentini hanno chiuso il girone C con cinque vittorie ma hanno perso due volte contro Virtus Siena ed arrivano perciò con 0 punti alla poule promozione. Per la Endiasfalti sarà fondamentale giocare con ordine per tutta la gara, contro una squadra che fa della difesa il suo punto di forza, essendo la migliore di tutta la regular season. Da tenere sotto controllo per la retroguardia aglianese ci saranno soprattutto Bandinelli, Mascagni e Spillantini, da non sottovalutare anche il resto del roster che vanta giocatori come Cioni, Cambi e Del Bosco.

«In questa settimana abbiamo lavorato per prepararci ad una seconda fase impegnativa con squadre molto diverse l’una dall’altra che ogni settimana ci metteranno alla prova - esordisce nel pre gara coach Tommaso Mannelli -. Siamo consapevoli di avere dei punti di forza e su quelli dovremo puntare ogni volta che ne avremo occasione. Il percorso fatto sin qui sicuramente dà soddisfazione e fiducia, ma ci obbliga ad andare avanti con la metodologia di lavoro che fino ad oggi ha dato frutti importanti. Dovremo stare attenti a non metterci pressione da soli, dopo il primo posto guadagnato, perché non abbiamo ancora fatto nulla e l'unico verdetto attendibile è quello del campo».

«Giocare a Legnaia è sempre molto complesso vista la loro attitudine difensiva - prosegue l'allenatore neroverde -. È una squadra che, per defezioni di organico, non era partita molto bene ma nel tempo ha introdotto giocatori di qualità e ha pian piano trovato una forma sempre migliore. Il loro roster offre molte soluzioni per fare male e il loro gioco sfrutta con efficacia le caratteristiche individuali dei giocatori. Per noi sarà essenziale resistere dal punto di vista nervoso per 40 minuti e restare all'interno del piano gara. Dovremo accettare di giocare la loro partita dando il meglio di quello che siamo».