UA-112080758-1
18 Settembre 2019
news
percorso: Home > news > PRIMA SQUADRA

Quattro squadre, una promozione in B. In gara 1 la Endiasfalti ospita Castelfiorentino

11-05-2019 15:56 - PRIMA SQUADRA
Sono rimaste in quattro per la promozione in Serie B e tra queste, con grande orgoglio, c'è anche la Endiasfalti Agliana. Prendono vita questo weekend le due semifinali playoff del campionato di C Gold: da una parte Firenze e Lucca, dall'altra i neroverdi – arrivati secondi in stagione regolare – opposti a Castelfiorentino, terza forza della competizione. Dopo la prima sfida la serie si sposterà al PalaBetti di Castelfiorentino mercoledì sera alle 21.15. Un eventuale gara 3 si disputerà di nuovo ad Agliana sabato sera sempre alle 21.15.

La squadra di Mannelli arriva all'appuntamento dopo aver superato 2-0 l'Olimpia Legnaia, entrambe le volte con ampio margine e può fortunatamente contare sul fattore campo anche nel secondo turno. I gialloblù hanno avuto bisogno di gara 3 per passare alla fase successiva ma arrivati al match clou hanno di fatto spazzato via l'avversaria (95-63), Altopascio, che era riuscita a vincere gara 2. Castelfiorentino è una squadra che unisce al meglio tecnica e fisicità e che è quasi impossibile da battere tra le mura di casa, per questo per gli aglianesi sarà decisivo approcciare nel migliore dei modi questa semifinale. Difendendo bene e giocando la propria pallacanestro, unendo tecnica e coesione del gruppo.

«In questa serie, gara 1 sarà fondamentale – conferma il coach della Endiasfalti, Tommaso Mannelli – e i miei giocatori l'hanno capito e hanno fatto una settimana di lavoro importante per arrivarci al massimo della preparazione. Castelfiorentino è una squadra molto forte, con ottimi tiratori, altrettanto ottimi penetratori e giovani di qualità. Per noi sarà molto difficile, ma è normale che il livello si alzi arrivati in semifinale. Dobbiamo giocare la nostra pallacanestro – prosegue - sfruttando il fatto di avere due gare in casa, perché per noi è importantissimo il supporto che i tifosi ci danno quando giochiamo al Capitini. Siamo una squadra giovane e certi punti di riferimento fanno davvero la differenza, poi servirà mettere in campo tanta qualità ed energia. Arriviamo all'appuntamento emotivamente tranquilli e cercheremo di mettere in pratica quello che abbiamo preparato, affrontando tutto con il giusto equilibrio per non andare mai fuori giri. Dovrà essere – conclude Mannelli - una serie importante a livello di crescita qualitativa per la squadra, nel gioco e nell'aspetto mentale».