UA-112080758-1
28 Maggio 2024
news

Under 15 corsara a Campi, Gedac sconfitta di una lunghezza

23-01-2023 09:07 - SETTORE GIOVANILE
Under 17 Gold – GEDAC AGLIANA – UNION PRATO BK GIOVANE: 67-68

Gedac Agliana: Lo Bello, Simoni, Bardazzi 3, Di Genua 3, Ratto, Benvenuti 25, Broccardi Schelmi 1, Pagnini 5, Zuccotti 3, Ricci, Pagliai, Frashni 27. All.re Marcello Billeri – Vice: Tommaso Chetoni – Acc.re: Ratto Alessandro

Parziali: 23-13 34-28 50-48 67-68

La Gedac è stata per molti minuti padrona del parquet con tanta velocità nella transizione di palla e bel basket. Ottimo il primo tempino, col passare dei minuti Prato si è riportata sotto, beffando i neroverdi sulla sirena. Peccato.


Under 14 Silver: NUOVA COMAUTO AGLIANA – CESTRISTICA AUDACE PESCIA: 76-68

Nuova Comauto Agliana: Feta 2, Quhaiai, Melani, Ermini L. 4, Buti 6, Ermini N. 4, Ceka 2, Marchesini 25, Biagini 8, Giusti 19, Ginetti 2, Agostini 4. All.re: Francesco Federighi – Vice: Marcello Billeri. Acc.re: Raffaella Marcante.

Parziali: 21-9 43-26 62-50 76-68

Faticano più del previsto i giovani di Francesco Federighi ad avere ragione di una Cestistica Pescia molto combattiva ma che comunque non arriverà mai ad avvicinarsi a meno di sei punti. Pur soffrendo i neroverdi difendono il vantaggio e portano a casa un risultato molto importante in termini di classifica.

Under 15 Silver: APD SANTO STEFANO CAMPI – NUOVA COMAUTO AGLIANA: 48 – 50

Nuova Comauto Agliana: Castagnoli, Villa 3, Porcù, Fondi 11, Bruni 7, Bruchi 4, Corvetta 6, Innocenti, Fedele, Manenti, Landi 8, Di Lorenzo 11. All.re: Tommaso Chetoni – Acc.re: Manenti Alessio

Parziali: 9-23 26-25 32-37 48-50

Partenza bruciante per la Nuova Comauto Agliana (9-23 il parziale del primo tempino) vanificato dal potente ritorno dei padroni di9 casa che ribaltano come un guanto il tabellone (26-25 al riposo). L'intervallo fa bene ai neroverdi che si ritrovano in difesa, e colpendo da oltre l'arco si riportano avanti (32-37 al 30°). Il finale è al cardiopalma (48 pari a -17” dalla sirena) ma la difesa tiene bene e Bruni trova il canestro della vittoria, sofferta, ma tutto sommato voluta e quindi meritata.

cookie