UA-112080758-1
29 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news

LA NUOVA COMAUTO BATTUTA ALL´ESORDIO A POGGIBONSI PER CINQUE MINUTI DI BLACK OUT.

04-10-2011 19:20 -
POGGIBONSI BASKET - NUOVA COMAUTO AGLIANA: 72-64

Poggibonsi Basket:Sensi 5, Pucci 19, Lotti 1, Cordaro ne, Tordini ne, Felloni 6, Nesi 12, Ciulli 12, Pelosi 9, Spampani 8. All.re: Bagnoli D.

Nuova Comauto Agliana: Nardini 6, Bogani 11, Spampani 10, Limberti 11; Pellegrini 3, Arrabito 9, Furini 4, Salazar Creme 8, Ferrari 2, Salute. All.re: Filippo Toccafondi

Arbitri: Erbucci e Bernardoni di Siena - Parziali: 19-19 36-33 58-48 72-64

Con Pellegrini a mezzo sevizio, costretto a giocare con un´occhio solo, a causa di un fastidioso arrossamento all´occhio destro, la Nuova Comauto Agliana prova a mettercela tutta al Bernino di Poggibonsi per cercare di vincere una gara tutto sommato alla sua portata. Difesa abbastanza attenta e soddisfacenti percentuali in attacco, tengono costantemente in partita la squadra neroverde (19-19 al 10°)(36-33 al 20°). La Nuova Comauto trova abbastanza spesso sbocchi alla sua manovra con Bogani, Spampani e Limberti, mentre sotto canestro la squadra soffre forse la mancanza di un pivot di ruolo che possa contrastare i lunghi senesi, non trascendentali, ma più pratici e efficaci. Comunque la gara scorre nella massima incertezza sino al 29° (51-48 per Poggibonsi), quando Salazar deve uscire per il quarto fallo, sostituito da Salute, e Poggibonsi ne approfitta per allungare con un canestro e due liberi di Pelosi e una tripla del se la va la va sulla sirena di Ciulli (58-48 al 30°) che spaccano in due sia la gara, che le speranze di successo neroverdi che accusano il colpo . Nei minuti iniziali dell´ultimo parziale, la Nuova Comauto si infrange senza idee sulla zona senese subendo il massimo svantaggio (66-51 al 34°). e a poco vale l´ottima reazione degli ultimi sei minuti gara, che servono purtroppo solo a dimensionare in termini più miti una sconfitta, che in sede di pronostico ci stava tutta, ma che senza quei cinque minuti di follia, poteva anche essere evitata.