UA-112080758-1
27 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > PRIMA SQUADRA

Grazie di tutto Limbe!

09-07-2020 21:38 - PRIMA SQUADRA
La ASD Pallacanestro Agliana 2000 comunica che Edoardo Limberti non indosserà la casacca della Endiasfalti nella prossima stagione di C Gold.

Le strade della società e quelle di Edoardo si separano dopo una “vita” passata in neroverde e innumerevoli soddisfazioni reciproche, molte delle quali vissute da capitano.

Classe 1987, Limberti arriva ad Agliana giovanissimo nella stagione 2005/2006 dal vivaio di Prato e ben presto esordisce in D. Dopo una parentesi per motivi di studio a Milano, dove gioca in Promozione e in D, rientra ad Agliana nell’annata 2009/2010 mettendosi subito evidenza e diventando capitano poco dopo. Negli ultimi dieci anni, vissuti ininterrottamente al Capitini, è diventato una colonna portante della società e delle varie squadre che si sono succedute, contribuendo alla promozione in C2 e poi in C Gold, fino allo storico secondo posto (con finale playoff) di un anno fa.

«Non è stata una decisione semplice – spiega “Limbe” – ed è normale ci sia tristezza dopo più di dieci anni passati in quella che è stata e rimane una famiglia. Come ho detto ai dirigenti, e ai ragazzi, sarò sempre al Capitini a fare il tifo per loro e resterò a fianco della Pallacanestro Agliana. Non come giocatore: per scelte di vita e di età prima o poi doveva andare così. Ho deciso di lasciare quest’anno per poter scendere di categoria e avere più spazio in campo. Gli impegni, i miei e quelli della Endiasfalti, sono sempre più grandi e questo è proprio grazie a tutti i traguardi che abbiamo raggiunto negli anni, fino a giocarci una storica promozione in B».

«Sono stati anni fantastici – conclude - ho avuto la fortuna di viverli nella stessa società e per diverse stagioni anche da capitano. Il legame con il gruppo è talmente forte che continueremo a stare fianco a fianco, ma mi mancherà soffrire insieme ogni giorno in palestra. Abbraccio tutti: i dirigenti, lo staff, i ragazzi e i tantissimi tifosi che mi hanno sostenuto. Tutti mi hanno sempre dato grande affetto e non lo scorderò mai. Lo spirito di famiglia che c’è Agliana è unico e significa molto per un giocatore».

«Il dispiacere è immenso – commenta il presidente Simone Caramelli – è come perdere un “figlio” della Pallacanestro Agliana: siamo arrivati quasi insieme, l’ho visto esordire e poi essere protagonista di due promozioni e altri grandi traguardi. È sempre stato presente durante la mia presidenza e oggi perdo un punto fermo molto importante. Ci ha promesso che ci lascia soltanto come giocatore e che resterà legato all’ambiente, ma sono sicuro che ci mancherà tantissimo. In tutte queste stagioni ha dato un contributo inestimabile in campo e fuori».