UA-112080758-1
31 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > PRIMA SQUADRA

Endiasfalti Agliana, parla Bogani: «Abbiamo un'identità precisa. Con Lucca facciamo valere la nostra difesa»

29-03-2019 13:15 - PRIMA SQUADRA
Chiariamo una cosa: non abbiamo intervistato Lorenzo Bogani ma il dottor Bogani. Dopo aver centrato l’impresa accademica, adesso “Boga” vuole anche chiudere alla grande la stagione con la Endiasfalti Agliana. A tre giornate dalla fine tutto è possibile per i neroverdi, che domenica al Capitini affronteranno Lucca, seconda in classifica e distante solo due lunghezze.

«La settimana è andata avanti come le altre – racconta - perché con lo staff prepariamo le partite sempre allo stesso modo, sia che di fronte ci sia la prima della classe che l’ultima e questa è stata la nostra forza. Naturalmente sul piano emotivo sappiamo che è una partita di quelle che tutti vorrebbero giocare ma c’è stato bisogno di pochi discorsi motivazionali perché la gara che si presenta da sola»

«La pressione è tutta su Lucca – prosegue – che a inizio anno era partita con obiettivi diversi dai nostri. Noi certo non ci aspettavamo di lottare per il secondo posto ma questo è il risultato del grande campionato fatto e dei tanti scontri diretti vinti. Di fronte avremo il miglior attacco della C Gold mentre noi siamo una delle prime difese: il punto sarà far valere la nostra forza rispetto alla loro, cercando di evitare una partita a punteggio alto perché favorirebbe gli avversari».

Nonostante all’orizzonte ci fosse un match così delicato, dopo la vittoria del derby Agliana non si è deconcentrata e ha vinto due gare fondamentali contro Liburnia e Don Bosco che le hanno permesso di rimanere attaccata a Lucca. «Il rischio di fare un passo falso c’era – conferma Bogani - ma come ho detto prima, dall’inizio dell’anno ci prepariamo sempre nello stesso modo qualunque sia l’avversaria e non sottovalutiamo nessuno. Il calo di tensione ci sta ma abbiamo sempre fatto valere la nostra forza anche se in casa con Liburnia potevamo fare meglio. Noi siamo sempre gli stessi, questo è importante. Abbiamo acquisito un’identità ben precisa: le partite le puoi perdere o vincere ma quando ci guardiamo allo specchio vediamo che siamo sempre noi».

«Il nostro obiettivo rimane avere il fattore campo nel primo turno e quindi chiudere tra le prime quattro la stagione regolare – conclude -. Certo, arrivare secondi o terzi permetterebbe di ampliare gli orizzonti ma ragioniamo partita per partita senza porci obiettivi».