UA-112080758-1
25 Ottobre 2020
news
percorso: Home > news > PRIMA SQUADRA

Endiasfalti Agliana, Bogani soddisfatto: «La classifica parla chiaro. Miglioriamo in attacco»

06-12-2018 19:32 - PRIMA SQUADRA
Ormai Lorenzo Bogani ha la maglia della Pallacanestro Agliana 2000 cucita addosso. Punto fermo della squadra attuale ma anche di quello zoccolo duro che è sopravvissuto alla cavalcata che ha portato i neroverdi in C Gold. Non dimentichiamolo, il più importante campionato regionale.

«Stiamo rispondendo a quelle che erano le mie e anche le nostre aspettative – ha esordito una volta chiamato a commentare questo avvio di stagione della Endiasfalti – rispettando ciò che ci eravamo detti a inizio anno». Con sei vittorie e tre sconfitte la squadra di Mannelli è al quarto posto in graduatoria in coabitazione con Altopascio e Pielle Livorno: «Questa posizione rispecchia il nostro valore, abbiamo le carte in regola per rientrare tre le prime 6-7 della categoria poi molto dipenderà dagli scontri diretti. Nelle partite da vincere abbiamo fatto il nostro, speriamo nel girone di ritorno di fare qualche risultato a sorpresa contro chi sta davanti».

«A prescindere dal lato tecnico – ha proseguito – dopo tanti anni un avvicendamento in panchina è normale, nonostante Paolo (Bertini, ndr) abbia portato i risultati migliori della storia di questa società. Adesso con Tuci, Salvi e coach Mannelli possiamo iniziare un nuovo mini-ciclo sperando di fare meglio del precedente perché, chiaro, l’obiettivo deve essere sempre fare meglio».

«A giocare da due mi trovo molto bene – ha spiegato entrando nel merito delle prove offerte in queste nove gare – anche se qualche meccanismo deve essere rodato; sia per me che per Rossi scalato in tre. La squadra ne sta beneficiando, soprattutto in difesa, mentre in attacco dobbiamo ancora trovare la quadra ma siamo sulla buona strada. Un altro obiettivo è migliorare la nostra dimensione esterna per non diventare prevedibili. Sono contento sia delle prestazioni di squadra che delle mie personali, mi sento maggiormente in fiducia rispetto ad un anno fa».

Domenica arriva al Capitini Don Bosco, che rincorre la Endiasfalti con due lunghezze di ritardo: «Si tratta di una squadra molto giovane, più qualche senior che dà quell’esperienza in più a un gruppo che dovremo limitare sia fisicamente che tecnicamente. Dovremo essere bravi a imporre il nostro ritmo perché siamo in casa e perché queste sono quelle partite che ci fanno svoltare. Dobbiamo entrare nell’ottica che gare come questa non possiamo perderle».

Alla fine del girone d’andata “Boga” sarà contento se…. «se avremo continuato così. Stiamo acquisendo un’identità in attacco, in difesa va già meglio, e quindi non ne farei un fatto di classifica ma di proseguire il nostro percorso di crescita. La classifica conta solo ad aprile».