UA-112080758-1
27 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > PRIMA SQUADRA

Al Capitini la Endiasfalti Agliana ospita la corazzata San Giobbe Chiusi

09-11-2019 21:22 - PRIMA SQUADRA

La Endiasfalti Agliana ospita alle 18 San Giobbe Chiusi per il big match che vale niente meno che l'aggancio alla vetta della C Gold. Con questa gara, la Pallacanestro Agliana apre anche un ciclo di ferro che la vedrà spostarsi mercoledì sera in trasferta ad Arezzo - squadra che in Coppa Toscana ha inflitto una dura sconfitta ai neroverdi - e poi a San Giovanni Valdarno domenica 17.

Al momento, però, le attenzioni sono tutte concentrate su Chiusi, società emergente controllata direttamente dal patron della Reyer Venezia Luigi Brugnaro, che vuol portarla quanto prima a disputare campionati nazionali. I biancorossi, che finora non hanno mai perso, hanno un roster composto da giocatori provenienti dalla B o che, comunque, non avrebbero problemi a disputare quella categoria. Due dei primi sei marcatori della C Gold giocano a Chiusi e sono l'ala piccola Kuvekalovic (21 punti di media) e il lungo di 2.14 metri Radunic(19). Chiudono il quintetto il play Nunzio Sabbatino, scuola Mens Sana, Andrea Lombardo, ex Palermo in B e Alessandro Infanti, visto anche a Pistoia tra il 2008 e il 2010.

Insieme a Chiusi, hanno dieci punti in classifica anche Castelfiorentino e Virtus Siena. La Endiasfalti segue con otto e potrebbe agganciare le prime della classe. Per adesso, però, coach Tommaso Mannelli preferisce non guardare la graduatoria: «Qualunque risultato ci darà indicazioni importantissime – ha detto alla vigilia – ma sarà più un segnale a noi stessi, che al campionato. È ancora troppo presto».

«Siamo felici di poterci confrontare con una squadra così forte perché è fondamentale per la nostra crescita – ha proseguito -. La sfida è difficilissima, ma giocare in casa ci pone di fronte alla responsabilità di andare al di là delle nostre forze. Sarà determinante non snaturarsi e affrontare le insidie affidandoci a ciò che abbiamo preparato in settimana. Disputare una buona gara – ha concluso Mannelli – ci darà la spinta per affrontare al meglio la trasferta di mercoledì contro Arezzo, la più lunga della stagione».